Ti spunta un fiore in bocca | Il laboratorio

Domenica 13 novembre 2022 c’è stato il primo degli incontri con il laboratorio di espressività della voce Ti spunta un fiore in bocca, organizzato con il supporto del Municipio 5 di Bari, per il progetto Quel che resta del bello | abitare poeticamente la città.

Sono state davvero tante le iscrizioni: in prevalenza donne, come spesso capita, ma anche ragazzi di scuola media che dal primo momento hanno seguito i consigli e le direttive di Silvana Kühtz che, tra un esercizio pratico e una prova di lettura ha condotto il laboratorio riscuotendo successo al punto che nelle date successive – il 20, 21 e il 27 novembre – sono arrivati altri partecipanti incuriositi dai racconti entusiasti di chi c’era già al primo incontro.

Domenica 11, lunedì 12 e domenica 18 dicembre 2022 alle 16.00 gli altri incontri, per poi arrivare al 27 dicembre, alle 20.00, con uno concerto sensoriale, esito del laboratorio, al quale parteciperanno attivamente tutti i partecipanti al laboratorio.

L’appuntamento per tutti i corsisti – per le date di laboratorio dell’11, 12 e del 18 dicembre – è presso i locali della Chiesa di San Nicola, grazie alla disponibilità di Don Luciano, alle 16.00. Ci sono ancora posti disponibili, per partecipare è sufficiente inviare un messaggio whatsapp al 3338187350 o una mail a info@poesiainazione.it

L’appuntamento per chi vorrà assistere all’esito finale del 27 dicembre alle 20.00 è invece nell’auditorium della Chiesa di San Nicola.

Il laboratorio e l’evento finale sono totalmente gratuiti.

Marcella Signorile – Collettivo Poesia in Azione

Un pensiero su “Ti spunta un fiore in bocca | Il laboratorio

  1. Parlare di emozioni talvolta è facile e banale, in questa occasione penso che ogni parola sia troppo “leggera”per descrivere il viaggio emozionale che in due mesi ci ha piacevolmente guidato con professionalità e delicatezza Silvana Kuntz ,dandoci la possibilità di amarci ed esprimerci in un contesto a noi sconosciuto fatto di parole e semi da far germogliare anche in “luoghi” dove la bellezza poco si nota.Grazie anche ai miei compagni/e di viaggio che mi hanno dato la possibilità di ascoltare le onde di ognuno/a
    Rosaria Padricelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.