vol. 3 – Libertà

I Semi  - Libertà

Il terzo volume della Collana di poesie “I Semi” è Libertà.
La libertà è la condizione necessaria dell’agire. Senza si rimane intrappolati nell’inerzia della non-vita. La libertà è sacra e batte ad ogni porta. Sentiti libero con la lettura.

Libertà è realizzato in carta uso mano 100 gr. / rilegatura a punto metallico / formato 10,5 x 17 cm / pag.16

I poeti che hanno scritto per Libertà

Giulia Basile
Nata a Noci (Ba), innamorata della scrittura da sempre, poi docente alla ricerca di futuro, dignità e libertà per sé e per le nuove generazioni. Sindaca del suo paese per un errore di gioventù, volontaria in pectore e in azione, trovo nella forza della parola la mia ragione di vita e nella poesia cibo per l’anima.

Parla a tutti la stessa lingua la fame
e non c’è Babele nel ventre dell’uomo
che canta e burbuglia
a seconda del pane
– morbido o duro –
con cui gioca a farsi male.

Anna Maria Farabbi
Nata a Perugia, scrivo con il dito in terra come le madonnare e sorrido mentre la pioggia la neve il mare mi cancellano tutta l’opera e il dito.

(…) mi riposo
con in bocca la polpa dolcissima della neve (…)

Giulia Chianese
Nata vicino ad un vulcano, il Vesuvio, e ho sentito sempre il solletico del fuoco sotto i piedi. La libertà, allora, era tutta in quel solletico. Ho scoperto presto che dove non arrivavo io arrivavano la mia penna e le mie matite colorate. Così le mani hanno cominciato a fare varco con la poesia e le immagini.

(…) Ho conosciuto il viaggio
negli spazi stretti e aperti dei versi
Non fermatemi se mi amate un poco
e anche se non mi amate
provate a essere indulgenti (…)

Maria Grazia Palazzo
È nata a Martina Franca, vive a Monopoli. Avvocato, laureata in Scienze Religiose, è da poco mamma adottiva di Amit, meraviglioso bimbo indiano. Ha pubblicato il suo primo libro di poesia, Azimuth, per LietoColle nel 2012. Altre poesie sono pubblicate da Stilo Editrice.

tengo al riposo al convivio all’alcova
all’altare antico dei desiderata
al viaggio inconcluso che ci tiene in-si-e-me
a una re-li-gio-ne nuda e cruda, alla tenda in cammino

e guardo al giardino piovoso di un sole
esploso lentamente, capace di cingerci
farci smarrire tracimare d’amore
al calore di un destino cruciale

Simone Di Biasio
Nato a Fondi (Lt), non ho mai incontrato il poeta Libero de Libero, ma ancora viaggio alla ricerca (di Libero e versi) tra Fondi e la Ciociaria. Sono annoverato tra gli Assenti ingiustificati. Non ho mai scritto una poesia per mia madre, conto di scontare il debito in un secondo libro: alla terra madre.

Io e te nemmeno poi così lontani
come due ginocchia, che scegliemmo
come le nostre ginocchia, che scegliemmo:
se questo mare è uno spazio d’amore
io stavolta vorrei narrarti dello spettacolo fuori
fuori le mura dell’umore umano (…)

Besnik Sopoti
È nato a Bari, da madre italiana e padre albanese, il 12 aprile 1935. Vive per dipingere e scrivere poesie e articoli. Le stesse cose per cui ha rischiato la vita durante tutta la dittatura comunista di Hoxha in Albania. Al momento, però, non gli è ancora stata riconosciuta la cittadinanza italiana.

Per tutta l’attesa del mondo
per l’ansia dentro e fuori dell’attesa
per la luce e per il tuo inesauribile vigore
ti canto
libertà.

Vuoi Libertà? Possiamo realizzarlo per te! Contattaci per sapere come!

Contattaci