TA-RAN-TO

Poema elettrico sulla città dolente

Prima nazionale: TA-RAN-TO. Poema elettrico sulla città dolente

Sabato 18 settembre 2021 dalle ore 20.00, nell’ambito del Bari International Archifestival, sezione performance del Cantiere Evento coordinata dalla fondazione Dioguardi, la prima nazionale di TA-RAN-TO, poema elettrico sulla città dolente, una produzione di Poesia In Azione. 
La location dell’evento: BARI | Piazza San Pietro, Area archeologica del museo di Santa Scolastica.

Lo spettacolo segna anche l’uscita dell’EP, per l’etichetta pugliese Angapp con la grafica di copertina di Danilo di Prizio, ed è dedicato a una narrazione differente della città, che tiene conto dell’esistenza e della centralità dell’Ilva, che per Taranto è simbolo di lavoro,  dolore e malattia, ma ne costruisce un’immagine più ampia, a partire dal racconto di voci, rumori e paesaggi che tradizionalmente non ricevono spazio, e tantomeno uno spazio poetico, drammatico e lirico. 
Si tratta di una sfida all’immagine dominante su Taranto, schiacciata in genere interamente sulle questioni ambientali e sanitarie.
Lo spettacolo costruisce un racconto della città e del suo vissuto e del suo potenziale incrociando i linguaggi espressivi di parola, musica e immagini.

La musica di Stefano Barone accompagna la voce e le parole di Silvana Kühtz, con il sax di Susanna Crociani e Rino Locantore alle percussioni.

La costruzione visuale dello spettacolo è affidata a Cosimo Calabrese
Coordinamento: Virginia Rondinelli

A fine spettacolo gli interpreti, insieme alla giornalista Maria Cristina Fraddosio, animeranno il dialogo “Taranto. Una città dolente?” e, a partire dalle suggestioni che hanno generato la nascita dell’opera, rifletteranno insieme sulla città e sulle sue prospettive e sulle tante città dolenti del Mediterraneo.

Grazie a PRIMA DELLA FUGA – Un cantiere artistico in movimento e in trasformazione sulla città di Taranto.

* * *

BIARCH Bari International Archifest nasce da un progetto vincitore del bando “Festival dell’Architettura”, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, grazie a una progettualità molto ampia che ha coinvolto stakeholder istituzionali quali enti pubblici, università, fondazioni, ordini professionali e rappresentanti della cittadinanza attiva, sollecitando la partecipazione e il protagonismo civile.

Info e contatti:
Rita Cantalino
Ufficio stampa: taranto@poesiainazione.it

scarica il comunicato stampa in formato pdf