Poesia In Azione - La collana dei versi
6309
page-template-default,page,page-id-6309,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
LA COLLANA

Poesia in Azione è un’utopia

Come la musica anche la poesia ha senso però se viene liberata dalla pagina scritta, se le viene data aria, se le spuntano le ali della voce e dei sensi, se diventa polline vivificatore, nutrimento, bellezza. Altrimenti i libri di poesia sono spartiti muti, quasi inutili.  È per questo che i volumi vedono affiancate le arti. Il formato è quadrato e la carta particolare onde consentire una fusione dei sensi e delle esperienze anche solo sfogliandoli.

Poesia In Azione è anche a favore della natura. La collana è ad emissioni compensate, che significa? Che abbiamo fatto calcolare da esperti le emissioni inquinanti necessarie per stampare i libri e le abbiamo neutralizzate piantando alberi attraverso un progetto nazionale di forestazione urbana Rete Clima®, nel 2015 grazie alla sponsorizzazione dell’azienda DO-it-systems di Torino, che si occupa di integrazione di sistemi informatici per il calcolo ad alte prestazioni e alla sua testa ha due imprenditori, Minelli e Strano, che credono nel valore del sostegno che l’imprenditoria può dare alla cultura.

CI BASTAVA LA CAREZZA – UMBERTO KÜHTZ 

Il volume Ci bastava la carezza, uscito a dicembre 2014, è il primo volume della collana.

Ci bastava la carezza è una raccolta semplice e profonda, come la vita. Il libro non va solo letto, ma guardato e contemplato: i versi sono disposti in maniera insolita, obliqua, triangolare, a spirale e si ha la sensazione di leggere un calligramma di apollinaria memoria. Ad arricchire l’opera si aggiungono pensieri e disegni dello stesso Kühtz. “Ut pictura poëtis” così i versi prendono vita e i volti ritratti sembrano sorridere e riflettere.

Nella poetica di Umberto il verso non è mai sprecato per piangere su sogni infranti e delusioni subite ma utilizzato per sapere accogliere ogni nuova aurora a braccia aperte e con tutto il cuore.

poesiainazione-cibastavalacarezza

ODIO LE RAGIONIERE – CLAUDIA FOFI

Il secondo volume della collana intitolato Odio le ragioniere, della poetessa e cantautrice umbra Claudia Fofi, con i disegni di Francesco Campanoni, è uscito a marzo 2016.
È una raccolta di settanta poesie che si intrecciano per descrivere la storia di un abbandono: la protagonista viene lasciata dal suo compagno per una ragioniera.
Una ballata dell’abbandono ironica e pungente che si sposa perfettamente con quella che è la poesia disegnata. I disegni di Francesco Campanoni mantengono la stessa atmosfera sorridente e tragica, ardente e semplice dell’autrice.

poesiainazione-oioleragioniere
condividiShare on Facebook0

Avvertenza: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, all’installazione di tutti o di alcuni cookie, si veda l’informativa sui cookie Vai alla informativa sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi